premiazioni (1)

CALCIO A 11, CUS CASSINO SOGNA IL BRONZO

maggio 23, 2013 / by / 0 Comment

SCHERMA, NELLA SCIABOLA MASCHILE BRILLA IL CUS MILANO. NELLA SPADA FEMMINILE BRILLA IL CUS GENOVA. 

 NEL RUGBY SI AFFERMANO I TOSCANI E GLI EMILIANI

CASSINO, 23 MAGGIO 2013 – Sarà il calcio a regalare una nuova medaglia al Cus Cassino? Il presidente Carmine Calce ci crede e attende con il fiato sospeso la partita di domani pomeriggio, venerdì 24 maggio, quando l’undici di Grossi disputerà la finale per il terzo e quarto posto e si contenderà la medaglia di bronzo contro Roma Tor Vergata, dopo aver battuto mercoledì il Cus Chieti. Nel rugby, invece, a fare la voce grossa sono i toscani e gli emiliani, con il Cus Parma e il Cus Firenze che fanno incetta di medaglie. Nel calcio a 5 femminile, dopo l’eliminazione del Cus Cassino, in finale sono approdate Cus Roma Tor Vergata e Cus Parma. Gli atenei della Capitale brillano anche nel volley femminile: Cus Roma Foro Italico e Cus Parma, accedono infatti alle finali con il Cus Torino e il Cus Milano. Il Cus Foro Italico brilla anche nel basket, mentre nella scherma sono i Cus Milano e Genova a conquistare l’oro.  Per la sciabola maschile il podio è composto da Edoardo Gallo Cus Milano, Francesco D’Armiento Cus Foggia – per il secondo anno consecutivo campione italiano under 20 e campione europeo e del mondo under 20. Terzi posti per Andrea Caldarulo Cus Foggia e Enrico Maria Benedetto – Cus Milano.  Nella spada femminile ad aggiudicarsi l’oro è stata Martina Maggio Cus Genova. Secondo posto a Ida Finizio Cus Salerno. Terzi posti a Mariangela Gori Cus Firenze e Cristina Pieroboni Cus Roma. Nella pallavolo femminile le studentesse del Cus Perugia trovano lo stop. L’ultima giornata del girone eliminatorio ha visto il team biancorosso perdere per mano del Cus Torino ed essere escluse dalla manifestazione. Alle studentesse perugine servivano due set per essere sicure di qualificarsi alle semifinali ma la selezione del presidente Pier Luigi Cavicchi non ha potuto competere contro la sfortuna che ha messo fuori causa la palleggiatrice ad inizio del secondo parziale. E’ la partita che vale l’accesso alla semifinale, gara da dentro o fuori, e l’avversaria da battere è la rivale ‘storica’ delle ultime tre competizioni a cui hanno partecipato le ragazze del presidente Pier Luigi Cavicchi. Nell’edizione 2009, 2010 e 2011 le due squadre si erano affrontate sempre nel match che assegnava lo scudetto. Stavolta non è così, e ad avere la meglio sono state le piemontesi. Il Cus Torino, infatti, guida ancora incontrastato il medagliere, con oltre 20 medaglie. E domani, intanto, si accendono i riflettori sull’atletica: la nuovissima pista “Pietro Mennea” ospiterà tre giorni di gare allo stadio “Salveti” di Cassino.